L'istante di un Pensiero

Riflessioni delle 4 di notte ancora da mettere a fuoco.

Un paio di giorni fa scrissi un bellissimo aforisma su facebook per commemorare la morte di un conoscente, intorno a ciò si è creato una specie di uragano di rabbia e amarezza condito con troll e cinismo.

La cosa di per sé non dovrebbe stupirmi più di tanto considerando la qualità di alcune persone che navigano nel social network blu, se non fosse che tali persone, nei loro commenti, hanno a più riprese sostenuto di conoscermi e di averle deluse.

Queste frasi, questi pensieri detti sull’onda di un attacco schizofrenico, hanno scatenato in me delle riflessioni notturne (figuriamoci se posso dormire in pace) che in sostanza si sintetizzano così:

Piaccio a chi non mi conosce, non piaccio a chi pensa di conoscermi.

Ho poi esposto questo pensiero ad alcune persone che conosco più o meno profondamente ed ho ascoltato con piacere le diverse reazioni; devo ancora capire se mi porterà a qualcosa.

Per ora mi sento fuori fuoco.

da148058c

Annunci

10 thoughts on “Riflessioni delle 4 di notte ancora da mettere a fuoco.

  1. Beata te… quando mi è successo a me la mia conclusione è stata “Non piaccio a chi non mi conosce e non piaccio a chi mi conosce.”

    Il fatto che non piaci a certe persone non vuol dire che c’è qualcosa di sbagliato in te… ASSOLUTAMENTE NO! Certe volte sono gli altri che vorrebbero cambiarti cercando di farti essere la persona che vogliono loro e se non ci riescono ecco che non gli vai a genio, puoi sentire anche il parere di tutte le persone che vuoi ma il mio consiglio è quello di rimanere così come sei.

  2. a volte siamo diversi con chi non ci conosce, riusciamo ad essere di più noi stessi (forse) … e magari invece con chi abbiamo vicino non riusciamo per l’imbarazzo, autodifesa, perché si tratta nel mostro mondo reale, ecc .. e quindi piacciamo a chi non ci conosce e magari meno a chi ci conosce .. che poi è tutto un casino, perché il più delle volte non conosciamo neanche noi, noi stessi .. figuriamoci gli altri, chiunque essi siamo .. vabbè ho messo insieme un sacco di parole e non ci capisco più niente -.-‘
    Comunque mai parlare di cose importanti ed intimissime in rete la gente è cattiva il più delle volte e non si rende conto di quel che fa ..(come ad esempio la morte di qualcuno) che motivo c’è, di renderla pubblica su un social, il dolore lo si contempla da soli a casa, almeno io la penso così, poi dipende dal carattere di ognuno di noi..

    • …o dalla situazione :)
      La discussione in questione, per dirla tutta, è sfociata per un madornale equivoco.
      Perchè loro ritenevano io sapessi cose che in realtà non sapevo e visto che la morte di questa persona ha punto dal vivo loro e, lo ammetto, molto di meno a me, si sono sentite in dovere di… “marcare il territorio”? Vogliamo dire così? :)
      Inoltre se ci mettiamo anche il fatto che hanno voluto chiudere occhi e orecchie per evitare il confronto…
      In sostanza, un gran casino per niente. :)

Lasciami un pensiero. I commenti alimentano il mio blog ;)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...