Ristoranti

X-Large, una gustosa scoperta.

X-Large è la tipica pizzeria con aria di trattoria, che da fuori non ti fermi neanche a guardarla tanto è anonima, vetrate, tavolini di legno, sedie dall’aria scomoda, piatti del giorno scritti su una lavagna attaccata ad una colonna… Poi ti guardi meglio intorno e i tre mega poster di Matrix, Bastardi senza gloria e Pulp Fiction ti trasmettono qualcosa, che forse forse non hai fatto così tanto male ad entrare. La cosa viene confermata dal fatto che l’ambiente era… respirabile: i tavoli non erano tutti ammassati l’uno sull’altro e ben distanziati, cosa che ormai (purtroppo) si trova sempre più di rado.

Ci siamo presentati in due, di giovedì sera abbastanza presto, il locale era semivuoto e ci hanno dato un tavolino vicino alla porta. Ma non possiamo lamentarci considerando che non abbiamo prenotato! :D Con il protrarsi della serata il locale si è andato quasi riempiendosi.
Cominciamo con una bruschetta al patè d’olive per me (classica che più classica non si può) e un fagottino con qualcosa di carnivoro per il consorte, che dai versi di goduria sembrava apprezzare :D

La scelta delle pizze è stata difficoltosa, poiché il menù era piuttosto fornito, la divisione in ingredienti (carne, pesce, patate ecc) mi ha aiutato. Optato per una patate e tartufo, il commensale sceglie una pizza porcini, patate e salsiccia. Le pizze non erano malvagissime, la mia l’ho sentita arrivare dalla cucina grazie alla svampa di tartufo e quando la cameriera (carinissima e molto gentile) me l’ha posata davanti sono andata in brodo di giuggiole: era piena PIENA di crema al tartufo… solo per questo merita una seconda visita.

Il condimento, quindi, si può considerare parecchio sopra la media di una pizzeria da quartiere molto nascosta. Mi è un po’ calata sull’impasto, la cottura a forno a legna non aiuta e il bordo, pur mantenendosi morbido all’interno, aveva una specie di crosticina sopra secca e un po’ farinosa che si sbriciolava.
Dopo le pizze sul menù sono presentati tutti gli ingredienti che van per la maggiore con il loro prezzo, permettendoti così di sapere se e quanto ti possono spelare se decidi di avere una pizza con qualcosa in più. Verrebbe quasi voglia di crearsela da soli…

Ma… veniamo alla parte glicemica della serata.
Il menù tenta con foto goduriose, di quelle che a guardare un piatto di qualunque cosa te ne fa degustare il sapore e scendere la bavetta all’angolo della bocca. Noi si opta per un semifreddo cioccolato e mandarino (lui) e una seadas (io) e quest’ultima aveva un suo perchè, pur assomigliando troppo a quelle che si trovan comunemente in commercio.

Con una brocca d’acqua (eh si, qua l’acqua vien in BROCCA!) e una lattina di coca, il prezzo ci ha lasciati a bocca aperta: 29€ tutto quanto, tanto che il mio lui (che ha fatto il cavaliere senza macchia e senza paura e m’ha offerto la cena :P) ha voluto chiedere conferma perché pensava si fossero dimenticati qualcosa :D. Considerato QUANTO e COSA abbiamo mangiato… ci saremmo aspettati qualcosina di più. Piacevolissima sorpresa!

Ambiente: di giovedì seppur pieno non era caciarone -> 8
Antipasti: nella norma -> 6
Pizze: peccato per la crosta, ma il condimento era eccelso -> 8
Dolci: qui, le strategie di marketing funzionano -> 9
Rapporto qualità/prezzo: come si dice a Roma: DA PAURA! -> 10

X-LARGE
Via L. PAPIRIO 91
ROMA (RM)
06 7108463

Annunci

Lasciami un pensiero. I commenti alimentano il mio blog ;)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...