Gioco di Ruolo/Scorci di vita di una Sarfa

L’ho sempre detto che sono nata nel secolo sbagliato…

Non potevo non fare un post su questo argomento anzi… penso che ce ne saranno svariati e un pochino mi sento in colpa per aver aspettato tanto.

Vi siete mai ritrovati a pensare come sarebbe stata la vostra vita, quotidiana e non, se non foste nati nell’epoca della tecnologia e dell’elettronica?

Il vostro carattere, il vostro modo di approcciare alle persone, il vostro lavoro, il livello di istruzione, lo stile di vita, la sua durata…

La vostra dimora, il cibo, i vestiti.

Io spesso, molto, probabilmente troppo ma è un piacere dal quale non riesco ad esimermi.

Ragionando in maniera oggettiva è impossibile comprendere appieno come sarebbe stato sul serio, perché i pensieri di una vita nel Medioevo (o nel Rinascimento o in qualunque altra epoca più congeniale) risulteranno romanzati, posticci, gli angoli appuntiti della malattia e della miseria smussati dai molteplici libri e film di cui la società moderna è tanto affamata e che spesso raccontano un sogno e non una realtà.

Parliamoci chiaro, il Medioevo non era fatto di castelli, principesse, re, regine, vestiti sfarzosi, grandi tavole imbandite e cavalieri con l’armatura lucente. Non tutto almeno, questa era solo la minoranza, la punta minuscola dell’iceberg. Il Medioevo era fatto per lo più di ignoranza, superstizione, malattia, fame e povertà. Perché dove c’era una famiglia benestante con una tavola imbandita, un fagiano ripieno e mobili c’erano almeno venti famiglie sporche, che soffrivano la fame e dormivano per terra.

La casa dei mercanti è alta su quel monte
La casa dei servi è in basso dopo il ponte.

Mercanti e servi, la stessa vita,
sogni o denari, sabbia fra le dita, sabbia fra le dita.

Nomadi – Mercanti e servi

Nulla di diverso da quale è la società moderna insomma.

La cosa che mi incastra però in pensieri irrealizzabili è quella sottile soglia tra sogno e realtà, tra reale e fantastico, che mi ha fatto innamorare di un hobby che si è trasformato in passione.

Il Gioco di Ruolo dal Vivo…

Una fuga dalla realtà fredda della tecnologia e dell’informatizzazione, che per carità saranno anche cose meravigliose ed io sono la prima ad ammetterne le potenzialità (figuriamoci, il mio lavoro si incentra su internet, se non ci credo io…) ma, in un mondo in cui ogni nostro gesto viene controllato, catalogato e salvato su dischi rigidi non è poi tanto male ogni tanto fuggire, comprarsi una tenda, indossare un’armatura, imbracciare uno scudo, impugnare una spada, chiudere gli occhi e risvegliarsi qui…

Annunci

10 thoughts on “L’ho sempre detto che sono nata nel secolo sbagliato…

  1. Io gioco a giochi di ruolo da quando avevo 14 anni… quindi una ventina d’anni, anche se non in modo continuativo!
    Che bello trovare persone che amano comunque giocare in questo modo… dal vivo, o anche solo con la fantasia. E’ una cosa molto bella.
    Se vivi a Roma, devi devi devi andare al Gerbillo Furioso… ti piacerà! :)

  2. gioco di ruolo dal vivo non l’ho mai fatto…per ora mi limito a quello online in chat :) ma però ho fatto rievocazione storica del periodo celtico (quello che amo di più) ^^ e si…era fantastico star a contatto con la natura e le altre persone appassionate ^^ decisamente un modo per lasciare da parte per qualche ora la depressione che ci da ogni giorno la vita reale :D

    • Direi uno degli obbiettivi :)
      Lasciare a casa il “logorio della vita moderna” e buttarsi a capofitto in un mondo fatto di elfi, orchi, scudi, spade e tante tantissima risate :D

  3. ah mamma mi trovo d’accordo con tutti voi (anche se sono la più giovane penso) magari staccarsi dal mondo reale di ora, anche solo per un giorno :) ma per adesso mi limito a leggere (sopportando le critiche di mia madre che vuole che la smetta con il fantasy!!!)
    da grande fan del signore degli anelli e licia troisi
    kiss!

    • Ehehehe che ci vuoi fare… siamo pazzi sognatori e ci piacciamo così.
      Anche mia madre rompe perchè non leggo i libri da serial killer che legge lei, ma che ci vuoi fare… son gusti :)

      • ah ah ah già, vallo a spiegare alla belva di famiglia che non fa altro che ripetermi-sei una brava lettrice, leggi cose più sostanzione- e mi compra libri che non leggo mai! mah certe persone non le capisco proprio :) comunque quest’anno vado con la mia vicina di banco alla sagra medioevale (o come si dice) e mi liberò un po :)

        • Ottimo, adoro le feste medievali <3
          Io ai libri dò sempre una possibilità… non si sa mai. Infatti mi ritrovo con il leggere libri assurdi, altri super banali e i migliori maledettamente geniali.
          Prova tu a farle leggere qualcosa di fantasy, vedi se non cambia idea ;)

          • ci ho provato in tutti i modi ma lei continua a non volere -.- non importa dai io ogni tanto leggo quello che mi passa e la faccio felice, così problema risolto :) comunque siii festa medievale! devo vedere quando e dove (ho la memoria corta) e ci faccio un salto :)

Lasciami un pensiero. I commenti alimentano il mio blog ;)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...